Dialogo Familiare

CARRAFELLI DOTT.SSA PATRIZIA
Psicologa e psicoterapeuta familiare, individuale e di coppia

Dott.ssa Carrafelli

La terapia familiare aiuta la famiglia a recuperare le risorse che le persone hanno perso di vista

La psicoterapia familiare aiuta i membri della famiglia a trovare un equilibrio di vita più soddisfacente all'interno del nucleo familiare.

Capita spesso infatti che i genitori comincino a discutere su quale sia il modo giusto di intervenire per far rispettare le regole e capita anche di accusarsi a vicenda di non essere in grado di gestire i figli.

 

I sintomi dei figli come: tic, enuresi, balbuzie, fobie notturne, catturano tutte le attenzioni dei genitori derubandoli dello spazio di coppia. Lo spazio privato della coppia è il luogo di elaborazione delle regole ed è essenziale per la sua sopravvivenza, quando questo manca o si interrompe nelle situazioni di crisi, le posizioni si irrigidiscono e si cristallizzano.

 

La terapia familiare aiuta la famiglia ad affrontare le tensioni interne e a restaurare l'equilibrio nei periodi difficili.

Questo tipo di terapia ha di solito circa due sedute al mese ed è indicata per:

  • Sofferenza dovuta a casi di separazione o perdite;
  • Adolescenti o bambini che dimostrano un disagio;
  • Persona del nucleo che dimostra un malessere che si ripercuote sul resto della famiglia.

 

Fonte: www.psiconauti.it

 

La Dott.ssa Carrafelli riceve in varie zone di Roma in zona Tuscolana, Appia, Casilina/Torpignattara, Torre angela, Torre maura, Anagnina, Quarto Miglio, Statuario.

riferimenti teorici

Minuchin (1976) parla della famiglia comematrice di identità individuale, e descrive lo sviluppo di questa identità come un processo che oscilla tra appartenenza e differenziazione;

 

Negli anni ottanta i ricercatori hanno individuato le dimensioni fondamentali da osservare nell’interazione familiare (la flessibilità, l’accordo/disaccordo, il problem solving, la comunicazione e l’emotività dominante), ma limitarsi ad osservare le interazioni, sulla scia della psicologia sociale e dello sviluppo, significa perdere quel vincolo inconsapevole che lega i membri di una famiglia (Scabini e Cigoli, 2000).

 

Nel modello sistemico oltre alle interazioni devono essere considerate le relazioni che consistono in ciò che lega anche inconsapevolmente, esse sono il sedimentato di valori, miti, riti e modelli relazionali, si compongono dei processi che riguardano il legame interpersonale, il legame intergenerazionale, il legame tra stirpi ed il legame di intermediazione con la comunità.

 

Questo complesso intreccio di legami non emerge immediatamente, si manifesta durante le transizioni del ciclo vitale, di fronte ai passaggi cruciali in cui emerge la struttura relazionale della famiglia con i suoi punti di forza e di debolezza (Framo, in Andolfi, Angelo, Saccu, 1990).

Share by: